30/09/2020 - Parlamento Ue, le sessioni di ottobre si terranno tutte a Bruxelles.

Sassoli: “Visto il recente aumento del tasso di trasmissione del virus in Francia, per motivi di salute pubblica, dobbiamo riconsiderare lo spostamento di deputati e dipendenti".
 
La prima sessione di ottobre del Parlamento europeo (e forse anche le future) si terrà a Bruxelles e non a Strasburgo, come da calendario originale. La situazione della pandemia da Coronavirus non consente di effettuare spostamenti in sicurezza; a deciderlo è stato il presidente del Parlamento David Sassoli. 
 
“Il nuovo coronavirus Covid-19 continua a diffondersi in Europa e nel mondo”, esordisce Sassoli in una lettera ai deputati, nella quale ricorda che “il 10 settembre 2020 la Conferenza dei presidenti ha discusso le conseguenze della pandemia ed è giunta alla conclusione che il Parlamento terrà nuovamente le sue sessioni a Strasburgo non appena le condizioni lo consentiranno. 
 
“Purtroppo – aggiunge Sassoli -, visto il recente aumento del tasso di trasmissione del virus in Francia, anche nel dipartimento del Basso Reno, e per motivi di salute pubblica, dobbiamo riconsiderare lo spostamento di deputati e dipendenti al Parlamento europeo, pochi giorni della prima sessione parlamentare in ottobre”. “La sessione del Parlamento europeo dal 5 all’8 ottobre – conclude Sassoli – si terrà a Bruxelles”. Per la successiva, dal 19 al 22 ottobre si vedrà più avanti.
 
Il presidente francese Emmanuel Macron in una lettera del 23 settembre a Sassoli si era espresso con grande durezza contro questa eventualità, ma le garanzie sulla sicurezza di impiegati e parlamentari vengono prima, ha spiegato Sassoli. Macron ha perciò scritto una lettera a Sassoli in cui afferma di “deplorare” la decisione, in quanto la Francia, sostiene, è “particolarmente attaccata alla sede di Strasburgo che è per tutti gli europei una città di riconciliazione e di pace e anche, per la democrazia europea, una garanzia essenziale della diversità”.