01/10/2020 - Eurozona, disoccupazione ancora in crescita ad agosto: +8,1%.

Disoccupazione in crescita per il 5° mese consecutivo. Problemi per i giovani, i più colpiti.
 
Agosto è il 5° mese consecutivo di crescita per la disoccupazione nell’area euro. Il tasso ha raggiunto l’8,1% contro il 7,5% dello stesso mese del 2019. Le persone in cerca di occupazione sono ora 13,1 milioni, 1 milione in più rispetto a maggio. Non va meglio nell’UE nel suo complesso. In un mese, tra luglio e agosto, la disoccupazione si attesta al 7,4% (+0,1%), per totali 15,6 milioni di persone ora alla ricerca di un’occupazione (+238.000).
 
Il dato peggiore si registra in Spagna dove la disoccupazione supera il 16% e le persone in cerca di impiego quasi 3,5 milioni. Subito dopo l’Italia con un tasso del 9,7% (9,5% nell’agosto 2019) e 2 milioni 467.000 disoccupati. Se la cavano meglio Francia dove il tasso salo al 7,5% ma rimane comunque 1 punto percentuale al di sotto di un anno fa, e Germania con un dato in crescita ma al 4,4%.
 
Peggiora anche la disoccupazione giovanile che monitora il mercato del lavoro per chi ha fino a 25 anni. Il dato medio dell’area euro è al 18,1% (15,5% un anno fa). In Spagna i giovani disoccupati sfiorano il 44%, in Italia raggiungono il 32,1%, oltre 5 punti percentuali in più rispetto ad un anno prima. In Francia il dato si ferma al 28%. In Germania non va oltre il 5,8%. In Olanda balza dal 7 all’11,3%.